Giunti Editore

— Parola all'autore

Lei non sa chi sono io! Con Carmen Llera Moravia

Lei non sa chi sono io! Con Carmen Llera Moravia

Lei non sa chi sono io! è un questionario semiserio per conoscere meglio i nostri autori. In questa puntata chiacchieriamo con Carmen Llera Moravia: nata in Spagna, vive da tempo a Roma. Per Bompiani ha scritto diversi libri, tra i quali è da poco tornato in libreria Finalmente ti scrivo.


Chi ti ha insegnato a leggere e scrivere?

Ho imparato a leggere e scrivere in un collegio di suore.

Volevi fare lo scrittore già da piccolo?

Non ho mai voluto fare lo scrittore. Posso vivere senza scrivere ma non senza leggere: mi definirei un lettore.

Qual è il primo libro che ricordi di aver amato da bambino, e l’ultimo libro che hai letto? 


Ho amato Bonjour Tristesse di Françoise Sagan e l'ultimo libro letto è Tus pasos en la escalera di Muñoz Molina.

Dove scrivi, come scrivi (a mano o su un computer) e in quali momenti della giornata?

Scrivo la mattina presto dopo una lunga passeggiata, preferisco la macchina da scrivere (il computer solo per gli articoli) e sono sempre nel mio studio.

Qual è la libreria che frequenti più spesso?

Per anni mi sono occupata della libreria Rinascita, oggi frequento la Feltrinelli di via Arenula a due passi da casa.

In viaggio porti con te libri di carta o eReader?

In viaggio, e non solo, libri di carta.

Dove preferisci leggere?

Leggo sempre in case o alberghi, in penombra, mai in esterni.

In che ordine tieni i libri sui tuoi scaffali?

I libri sono in doppia o tripla fila negli scaffali, nessun ordine ma io so come trovarli.

Casa editrice o autore straniero molto amato?

Gallimard, Grasset. Autori tanti... soprattutto israeliani.

Un titolo che ti rappresenta o che vorresti aver scoperto tu.

Michael mio di Amos Oz (una volta edito da Bompiani).

C’è un libro che ti ha salvato in un momento difficile, o che ha cambiato il tuo percorso di vita?

Nessun libro mi ha salvato, l'ho anche scritto in Vita imperfetta: “La letteratura è un malinteso, salva qualcuno, non salverà me.”

Un libro che hai regalato a una persona amata?

Ho regalato molti libri, un titolo a caso: Due di Irène Némirovsky.

Qual è il personaggio letterario che hai amato maggiormente?

Amo molti personaggi, non saprei... forse Agostino di Alberto Moravia.

E quale il luogo della letteratura – anche fantastico – che vorresti visitare?

Ho visitato tutti i luoghi che pensavo di amare.

Quale libro secondo te si dovrebbe far leggere a scuola?

A scuola farei leggere Una bambina e basta di Lia Levi.

Quale consiglio daresti a uno scrittore esordiente?

Non ho conisgli da dare.

Facebook, Twitter, Instagram, o sei per il silenzio-social?

Ho scelto il silenzio-social.

Un aggettivo per il tuo carattere e un carattere di stampa che ti piace.

Difficile, disciplinata. Non ho preferenze per un carattere di stampa.

Copertina rigida o brossura?

Mi piacciono i tascabili Bompiani.

Un tuo sogno?

Mai avuto sogni.


Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla newsletter, non perderti il prossimo!

Carmen Llera Moravia