Giunti Editore

Marino Moretti

Marino Moretti nacque nel 1885 a Cesenatico, dove morì nel 1979. Esordì come poeta nei primi anni del ventesimo secolo e fu proprio dalla recensione di Giuseppe Antonio Borghese alle sue Poesie scritte col lapis che ebbe origine il termine e la definizione di crepuscolarismo. Sia in versi che in prosa Moretti dipinge la provincia, le cose umili e semplici sinceramente amate, con un’oggettività realistica di sapore regionale temperata da uno humour che è spesso schermo di pietà per quelli che lui stesso definisce “i puri di cuore”. Della sua vasta opera di narratore ricordiamo Il sole del sabato (1916), I puri di cuore (1923), L’Andreana (1935), Anna degli elefanti (1937), La vedova Fioravanti (1941) e i libri di ricordi e confessioni, in particolare Via Laura. Il libro dei sorprendenti vent’anni (1931-1944) e Scrivere non è necessario (1938).