Giunti Editore

— Parola all'editore

Freschi di stampa. Le novità in libreria per Bompiani a febbraio 2021

Freschi di stampa. Le novità in libreria per Bompiani a febbraio 2021

Tutto, ma proprio tutto quello che porteremo in libreria a gennaio: uno sguardo in anteprima alle nostre proposte. Ti sei perso qualcosa? Leggi cosa è successo i mesi scorsi.

Ti piace questo articolo? Non perderti il prossimo: iscriviti alla newsletter.


Ben tornati, lettori! Febbraio è alle porte e con lui le nostre novità. Come ogni mese le raccontiamo in anteprima per voi.

In evidenza

Il nostro highlight di febbraio è senza dubbio La carezza della memoria di Carlo Verdone. A partire da fotografie nascoste dentro cassetti e vecchi libri, Verdone apre la scatola della memoria, guarda, ricorda e racconta: è il disordine delle immagini del passato ad accendere la narrazione. Dal legame con il padre ai momenti preziosi condivisi con i figli, dai primi viaggi alla scoperta del mondo alle trasferte di lavoro, dalle amicizie romane a un delicato amore di gioventù. Ovunque, sempre, il gusto per l'osservazione della commedia umana che ha reso il suo sguardo inconfondibile: l'attenzione agli altri, come sono, come parlano, come si muovono, che nutre la creazione narrativa, e uno sguardo acuto, partecipe, impietoso e melanconico su Roma, sulla sua gente e sul mondo.

Narrativa italiana

Piccolo libro di entomologia fantastica. Una fiaba sull'infanzia, la vecchiaia, le stagioni che ritornano di Fulvio Ervas narra le vicende di una banda di ragazzi appassionati di insetti e delusi dagli adulti, di una villa abitata da anziani e farfalle, dello scorrere del tempo e della potenza della natura, capace di unire generazioni lontane. Daisy e i suoi amici vivono in un mondo di adulti lontani e indifferenti alle loro piccole vite. Forse per questo gli insetti – creature minime eppure perfette, con i loro esoscheletri e le loro iridescenze fantastiche – li appassionano più di ogni altra cosa. Sarà la ricerca di nuovi esemplari per la loro collezione a portare gli amici verso la villa nella quale si favoleggia che ci sia un grande farfallario. I ragazzi non sanno che la villa, con i suoi orti rigogliosi e la sua bellezza senza tempo, è invece un luogo dove il tempo assume un valore speciale. Ciascuno dei suoi non più giovani abitanti è lì per una ragione precisa e terribile.

Tutti gli appuntamenti mancati. Un ritratto immaginario di Amelia Rosselli di Alice Zanotti, è la testimonianza dell'incontro tra una ragazza di oggi e l'opera della grande poetessa, e di uno dei modi possibili di leggere la poesia: entrando in risonanza con il suo dettato, cercando tramite questo di dare voce alle lacune e agli strappi della vita reale. Alice Zanotti racconta Amelia Rosselli con la partecipazione di una giovane innamorata, rendendo viva la memoria di una donna dall’esistenza dolorosa e dalla voce inimitabile.

Teodoro, Melissa Magnani, narra di un bambino che non c'è, o meglio che c'è stato troppo poco – undici giorni per l'esattezza –, e abita un luogo sospeso, a mezz'aria, osservando la vita che accade dopo di lui, specialmente quella dei nove fratelli che gli sono succeduti. E parla, racconta, si avvicina, tocca, consola, instaura dialoghi con i genitori e i fratelli, ricomponendo le schegge in disordine dell'esistenza nella sua voce nascosta.

Narrativa straniera

Sul fronte narrativa straniera torna Long Island Story Rick Gekoski, che avevamo conosciuto qualche anno fa con il suo esordio, Darke. Questo secondo romanzo è ispirato a ricordi di famiglia, ampiamente rivisitati: una famiglia nei sobborghi dell'America degli anni cinquanta, incerta tra ottimismo di facciata e tensioni politiche e sociali, che fatica a far quadrare la vita quando i sogni cominciano ad appannarsi. Lo potremmo definire un romanzo d'interni, duro e bruciante.

La valle al centro del mondo di Malachy Tallack, invece, ci porta in Scozia, nelle Shetland, in una valle popolata da pecore, con un clima impietoso e un modo di vivere fuori dal tempo. È qui che David è nato e cresciuto, come suo padre e suo nonno. Per lui la valle è il centro del mondo. Per Sandy, che arriva dalla città, è invece la possibilità di un nuovo inizio dopo la brusca, dolorosa separazione da Emma, la figlia di David. Per Alice, giallista di successo, è un rifugio dopo la morte del marito. I tempi però stanno cambiando: la gente del posto se ne va, e David teme che presto non rimarrà nessuno a occuparsi della catena di vite e di storie che la valle custodisce da sempre. Sferzati dal vento e dalle tempeste, gli isolani si pongono tutti la stessa domanda: che cosa rimarrà di loro in quel luogo che li ha visti nascere quando il lavoro sarà finito, i figli saranno cresciuti e tutte le scelte saranno state fatte?

Overlook e PasSaggi

Arriviamo alla non fiction e iniziamo con due autobiografie. La prima è Autobiografia di un perdigiorno del grande Evelyn Waugh, che narra in queste pagine la sua infanzia e la sua giovinezza, sempre con quella vena satirica che lo ha reso celebre. La traduzione e la cura di questo volume, il primo dei tre che avrebbero dovuto comporre il racconto della sua vita, sono di Mario Fortunato. Scopriremo l'infanzia all'ombra della prima guerra mondiale, gli anni tormentati dell'adolescenza nel collegio di Lancing, West Sussex, e la vita a Oxford.

La fortuna dello scrittore di David Lodge è invece il secondo volume della sua autobiografia. Dopo Un buon momento per nascere che ci aveva rivelato l'infanzia, la giovinezza e primi passi nel mondo accademico del grande autore britannico, qui Lodge ci racconta la sua vita tra il 1976 e il 1991: dai successi letterari alla nascita del terzo figlio, Christopher, affetto dalla sindrome di Down. Una finesta sulla vita di uno scrittore e di un uomo.

Poesia dal futuro. Manifesto per una politica del mondo di Srećko Horvat, infine, ci fa cambiare rotta e va ad arricchire la collana PasSaggi. Horvat, importante filosofo e attivista croato, fondatore con Yanis Varoufakis di Diem25, scommette sulla capacità degli individui di unirsi: oggi ci troviamo di fronte a problemi senza precedenti, di un'entità che la specie umana non ha mai dovuto affrontare prima. Per risolverli dobbiamo prima cambiare il nostro modo di penare, andare oltre identità, confini e frontiere. Le lotte e le proteste devono tutte integrarsi un'unica medesima spinta.

Di nuovo in libreria

Concludiamo come sempre con i ritorni in libreria. Segnaliamo prima di tutto la nuova edizione di Menzogna romantica e verità romanzesca di René Girard, ma non dimentichiamo Quelli che ami non muoiono di Mario Fortunato, che si arricchisce di nuovi capitoli. A questi si aggiungono le edizioni tascabili di Quiet Power di Susan Cain e del Selvaggio di Guillermo Arriaga

Menzione speciale

Torna anche l'atteso Atlante della Terra di Mezzo di Karen W. Fonstad, con un'edizione aggiornata alla nuova traduzione di Ottavio Fatica del Signore degli Anelli.

E per ora è tutto: appuntamento al mese prossimo. Non mancate!