Giunti Editore

— Parola all'editore

Freschi di stampa. Le novità in libreria per Bompiani a ottobre 2019

Freschi di stampa. Le novità in libreria per Bompiani a ottobre 2019

Tutto, ma proprio tutto quello che porteremo in libreria il prossimo mese. Dalle novità alle ristampe uno sguardo in anteprima alle nostre proposte. Ti sei perso qualcosa? Leggi cosa è successo il mese scorso. 

Ti piace questo articolo? Non perderti il prossimo: iscriviti alla newsletter!


Ben tornati, lettori! Inizia l'autunno, arrivano le caldarroste, le prime piogge, le giornate plumbee... Tempo di letture, insomma. Assicuratevi di avere vicina almeno una libreria (o una buona connessione, se siete lettori digitali): da parte nostra vi garantiamo una grande quantità di proposte di lettura. Ecco cosa troverete sugli scaffali a partire da mercoledì 2.

In primo piano

Sight è l'esordio di Jessie Greengrass, inglese, già selezionato tra i migliori libri del 2018 dal Guardian, dal Telegraph e dall'Irish Times, nonché finalista al Baileys Women's Prize for Fiction. Un'inquieta narratrice innominata racconta il proprio percorso verso la prima e poi la seconda maternità, un passo desiderato e temuto, un viaggio che richiede continui confronti col passato: l'infanzia, la nonna psicanalista, la morte della madre, la relazione col marito, la nebulosa figura paterna. Con una scrittura feroce e acuta, Jessie Greengrass indaga, fin dal titolo, sul modo in cui vediamo gli altri e su come potremmo vedere meglio noi stessi.

La nuova stagione di Silvia Ballestra, è una storia attualissima e antica come l'angolo d'Italia che racconta – i Sibillini, Arquata del Tronto. Nadia e Olga, sorelle, si sentono a casa proprio in quella terra che si muove, in cui il loro padre ha trascorso la vita coltivando i campi e da dove il lavoro e l'amore le ha portate lontano: è la nuova stagione, il momento di vendere la terra. Così le sorelle iniziano un viaggio a ritroso nella memoria e uno reale attraverso i colloqui incredibili con i possibili acquirenti del terreno. Ma quanto male fanno le radici quando bisogna tagliarle?

L'altra metà di Parigi di Giuseppe Scaraffia è un viaggio deliziosamente illustrato nei luoghi della rive droite di Parigi degli anni venti e trenta: indirizzi, curiosità, aneddoti e storie di quella che per vent'anni fu la capitale mondiale delle arti. Da Hemingway a Proust, da Joséphine Baker a Poulenc, da Brâncuşi, a Djagilev, Scaraffia ci accompagna alla scoperta della riva nord della Senna.

Ultimo ma non ultimo, ottobre sarà il mese di Munizioni, un progetto di Roberto Saviano. Arrivano i primi due titoli: Di' la verità anche se la tua voce trema, di Daphne Caruana GaliziaFariña di Nacho Carretero.

Difendersi dalla menzogna, dall'approssimazione, dalla bugia. È possibile farlo solo con munizioni capaci di aiutarci a resistere, aprire ferite di conoscenza, disegnare traiettore di unione. La strada è quella più diretta alla conoscenza della realtà. L'artiglieria di cui disponiamo è l'alfabeto.

Ne parleremo ancora.

Narrativa: novità

Tra le novità della narrativa straniera a ottobre arriveranno in libreria ben due grandi e celebrati scrittori ungheresi: il primo è László Krasznahorkai, di cui dopo Satantango e Melancolia della resistenza portiamo in Italia Il ritorno del barone Wenckheim; il secondo è invece Péter Nádas, di cui diamo il via alla pubblicazione del monumentale Storie parallele. Dalla Scozia arrivano invece Kirsty Logan e il suo Al riparo, favole che tornano alla proprio origine per traslitterare la realtà e renderla esempio universale, narrate da due mamma alla loro bambina per preararla al mondo, bellissimo e spietato, in cui vivrà. Cavallo indiano di Richard Wagamese è la storia di Saul Indian Horse, un ragazzo nativo canadese che riesce a superare le cosidette scuole residenziali indiane (cioè la vecchia e fortunatamente smantellata rete di collegi per gli indiani canadesi) e sfondare nel mondo dell'hockey. Arriva una nuova aggiunta alla collana I libri di John Steinbeck, a cura di Luigi Sampietro: La Santa Rossa, unica ed estrosa sortita del premio Nobel nella narrativa storica e d'avventura piratesca.

Non-fiction: novità

Sempre di Steinbeck riproponiamo Diario di bordo dal mare di Cortez, resoconto del viaggio che il grande scrittore compì con il biologo marino Ed Ricketts nel 1930 lungo le coste della California.

La collana Campo Aperto si arricchisce di Teorie di genere. Femminismi e semiotica di Cristina Demaria. Un saggio che torna a riflettere sul genere, non sull'inesistente gender theory, bensì sulla lingua, sui sistemi di significazione e sui processi testuali attraverso cui il soggetto si costituisce in quanto sessuato. In sostanza, come vuole la collana, sulla semiotica.

Rimanendo nelle collane dalla forta caratterizzazione, la Storia Paperback vede tornare in edizione rivista e accresciuta la Vita di Carlomagno di Franco Cardini, mentre negli Agone esce Ignorantocrazia. Perché in Italia non esiste la democrazia culturale di Gianni Canova. Sempre a proposito di ritorni, sugli scaffali arriva anche Israele e l'Islam di Pietro Citati.

Per gli amanti del pop e della storia – quella con la S maiuscola ma anche quella del costume – Questa è la storia di Umberto Broccoli racconta le vicende dell'Italia postbellica, fino alla fine degli anni novanta, attraverso le sue canzoni e la sua musica: da Grazie dei fiori ai grandi cantautori, da Sanremo al Festivalbar, Broccoli scrive una storia per musica del nostro paese. A proposito di pietre miliari della storia della musica, a ottobre porteremo in libreria La fiamma di Leonard Cohen, una raccolta di pagine di diario e poesie del grande cantautore canadese. E parlando di poesie, anche il nostro Franco Arminio torna in libreria, con una raccola di poesie d'amore intitolata L’infinito senza farci caso.

Classici, Classici contemporanei e dintorni

Sono quattro i classici che portiamo in libreria a ottobre: Bel Ami di Guy de Maupassant, Il conte di Montecristo di Alexandre Dumas, Peter Pan di J.M. Barrie e Jane Eyre di Charlotte Brontë. La collana Classici contemporanei invece si arricchisce del Grande Gatsby, nella traduzione di Enrico Rotelli e della Cittadella di A.J. Cronin, a cura di Maurizio Bartocci. Last but not least, due dei massimi scrittori inglesi: T.S. Eliot, il cui Libro dei gatti tuttofare torna in concomitanza col musical in uscita al cinema, e Oscar Wilde, di cui proponiamo i racconti del Principe felice e altre novelle illustrati da Mauro Evangelista.

Tornano in libreria

Tra le ristampe segnaliamo Medioevo. Un secolare pregiudizio di Régine Pernoud, Bravo, Sebastian. Dieci episodi nella vita di Bach di Andrea Frova, due testi di Cesare Brandi, Terre d'Italia e Viaggio nella Grecia antica, e La somma di due, titolo di Lidia Ravera ora spettacolo teatrale di e con Marina Massironi e Nicoletta Fabbri per la regia di Elisbetta Ratti.

Illustrati

Come sempre l'anno di novità in casa Bompiani si chiude con dei bei titoli illustrati. Oltre al libro di Scaraffia su Parigi di cui vi abbiamo già raccontato, siamo particolarmente entusiasti di Storia di Gali Gali, una fiaba di Claudio Magris illustrata da Alessandro Sanna sull'avventura del volo e la fatica di essere diversi. Accanto a questi arriverà in libreria anche il nuovo libro di Umberto Pasti, Un giardino atlantico. Rohuna, nord del Marocco, arricchito dalle foto di Ngoc Minh Ngo.

Il pensiero occidentale

Una delle collane più amate del nostro catalogo ospita tre nuovi volumi: I due problemi fondamentali dell'etica di Arthur Schopenhauer, che riunisce i trattati sulla libertà e sul fondamento della morale, nei quali il grande filosofo di Danzica nega il libero arbitrio e dipinge un essere umano intrappolato dalla natura e dall'egoismo, infrangibile soltanto dalla compassione; Le opere filosofiche, romanzi e racconti di Denis Diderot, che raccoglie tutte le opere più importanti del philosophe in ordine cronologico, dagli scritti contemporanei all'Encyclopédie fino ai Gioielli indiscreti e a Jacques il fatalista; e per finire uno dei grandi capisaldi dell'Italia altomedioevale, La consolazione della filosofia di Severino Boezio, spietata autoanalisi che ha esercitato per secoli un fascino straordinario sui lettori di ogni tempo.

I libri di J.R.R. Tolkien

Oltre all'attesissima nuova traduzione del primo libro della trilogia del Signore degli anelli a firma di Ottavio Fatica, la collana I libri di J.R.R. Tolkien si accresce di altre tre “copertine nere”: Beowulf, Beren & Lúthien e La caduta di Gondolin, gli ultimi testi pubblicati del maestro assoluto del fantasy.

E per ora è tutto: appuntamento a fine dicembre. Eh sì: negli ultimi due mesi dell'anno ci dedichiamo a rifornire le librerie, senza più pubblicare novità. Non mancate!