Giunti Editore

— Parola all'editore

Freschi di stampa. Le novità in libreria per Bompiani ad agosto 2019

Freschi di stampa. Le novità in libreria per Bompiani ad agosto 2019

Tutto, ma proprio tutto quello che porteremo in libreria il prossimo mese. Dalle novità alle ristampe uno sguardo in anteprima alle nostre proposte. Appuntamento alla fine di ogni mese. Non perderti il prossimo: iscriviti alla newsletter!


Siamo alla fine di luglio e vi speriamo in vacanza o almeno a godervi un po' di riposo. Noi, prima della chiusura estiva, abbiamo pensato di lanciare un nuovo appuntamento fisso in cui annunciarvi ogni fine mese le novità del mese successivo. Una partenza soft! Ad agosto, infatti, le novità arriveranno in libreria solo alla fine: ecco cosa troverete disponibile da mercoledì 28.

In primo piano

Di Planimetria di una famiglia felice ci piace parlarvi con qualche dettaglio in più. È l'esordio di Lia Piano, con una voce piena di personalità. Se dovessimo descriverlo con una domanda, mettendo alla prova addirittura Tolstoj, diremmo: tutte le famiglie felici si somigliano? Lo humour che percorre queste pagine è come un gas sottile, che circonda anche le cose difficili e le solleva dal pavimento e dal cuore, per farle volare in una dimensione dove sorridere, e sorridere di sé, è salvifico e magicamente contagioso. Lia Piano apre le porte di una grande casa dove è possibile un’infanzia incantata. Poi l’incanto finisce, tutti lo sappiamo: ma qualcuno ha il dono di rimanere in contatto profondo con quella prima luce. È un esordio che ci sorprende proprio per la sicurezza con cui mescola memoria e invenzione, evitando ogni facile nostalgia attraverso la leggerezza.

Narrativa: novità

Vi portiamo a Cuba, tra le sue vecchie e nuove contraddizioni: lo sguardo è quello di Legna Rodriguez Iglesias, nel suo romanzo La mia fidanzata preferita era un bulldog francese. E anche qui una domanda: cosa devono fare un uomo o una donna, liberi cittadini, per abbandonare il proprio paese o per tornarci? Scrivere, rubare, mentire, tradire o uccidere, se necessario? Un intreccio di storie, creature sfaccettate che compongono la costellazione del libro, personaggi diversissimi che lottano per sfuggire ai limiti imposti loro dalla vita, ai segreti e alle bugie, alla violenza, al dolore e alla paura di essere vittime.

Non-fiction e classici: novità

Conoscete la nostra passione per il linguaggio, e questa volta, grazie a Davide Susanetti, possiamo vederlo attraverso la lente del mito classico, in Luce delle muse. La sapienza greca e la magia della parolaLa parola ispirata dei poeti e dei sapienti della Grecia è insieme ordine e bellezza, realizzazione e compimento della realtà, potenza del sacro e tensione alla verità, rito e magia, legame che avvince la terra al cielo così come stringe gli uomini in comunità. Un percorso avvincente che esplora un modo altro e diverso di vivere la parola e la conoscenza: un percorso che ci fa riflettere sulla nostra stessa relazione con il linguaggio e il mito, mostrando la necessità di re-incantare il mondo e l’anima per giungere a noi stessi.

Arricchiamo la collana “l classici della letteratura europea” con il volume I Dialoghi, la Fortuna, la Conversazione di Giovanni Pontano: raccoglie per la prima volta i testi più rappresentativi della straordinaria produzione letteraria e scientifica di uno dei più grandi scrittori in latino del Quattrocento. Le introduzioni, i commenti e gli apparati bibliografici sono a cura di Francesco Tateo, riconosciuto a livello internazionale come uno dei principali studiosi di Pontano e dell’Umanesimo: una guida indispensabile per cogliere la ricchezza del percorso intellettuale dell'autore. In appendice figura l’intero corpus dell’epistolario privato, in cui potete cogliere rari ed efficaci esempi di scrittura in volgare.

Tornano in libreria

Con la fine dell'estate riportiamo in libreria tre libri speciali che mancavano da tempo. Il primo è La notte dei bambini cometa, piccolo classico, riveduto e ampliato, di Pierpaolo Vettori, che racconta dell'amicizia tra Zeno Vivaldi e l'immaginario mostro di nome Ulmer, che racconta al lettore la sua storia in prima persona. Un romanzo d’iniziazione contemporaneo dalle atmosfere fantastiche e ironiche e dal linguaggio ammaliante che dà voce ai turbamenti della preadolescenza.

Gli altri due appuntamenti sono con un autore cardine della casa editrice, Alberto Moravia. La donna leopardo torna sugli scaffali in occasione della riduzione teatrale che ne ha tratto Michela Cescon: un romanzo più moraviano che mai per la selvaggia ambientazione in Africa, che nella sua asprezza non perdona nulla a chi vi si avventura disattento, per i personaggi, tipici romani borghesi semicolti, per le atmosfere morbose e per il tema principale, una condizione emotiva irrisolta. Pubblicato postumo nel 1991, La donna leopardo è quello che Cecchi definiva “il Moravia migliore”, quello dei romanzi a respiro breve, come Agostino, La disubbidienza, L’amore coniugale. L'altro volume di Moravia che torna disponibile è L'uomo come fine, raccolta che compendia il meglio della sua produzione di saggista d'arte: Machiavelli, Boccaccio, Pavese, Maupassant, tutta una serie di rapidi incontri, di riletture o di esperienze nuove, fino al celebre saggio su Manzoni e l’ipotesi di un realismo cattolico che impose a suo tempo una nuova angolatura nella lettura dei Promessi Sposi.

E per ora è tutto! Appuntamento alla fine di agosto: vi aspettiamo.